Archivi categoria: LIBRI

Art name: Milano tips   The hype is real for the Tortona District’s food directory  

A small masterpiece hand-drawn by Mario Camerini

milano-tips-1Milano Tips, the food directory born from the creativity of illustrator Mario Camerini, is a detailed map of the Savona/Tortona/Porta Genova districts. The map, 50x70cm, hand-drawn with India ink and watercolor in a “bird’s eye view” style, is freely distributed in the promoted places: 42 in total, with pizzerias, restaurants, ice-cream shops, cafes, pubs who endorsed the project. A small masterpiece, fun, charming and unusual which adds up to the more than a hundred maps drawn by Mario over the years. “Milano is the choice destination for an increasing number of tourists, both Italians and foreigners, it’s the capital of Fashion and Furnishing, global events which attract more than 500 thousand people every time, giving off record numbers. And it is to this area that I wanted to dedicate my first food directory which, after having pointed out where to drink, eat or have fun, can become a nice memory to hang on the wall!”milano-tips-2

A homage to Tortona District, at the same time innovative and traditional signed by Mario Camerini, artist, director and TV commercial producer who has worked with some of the most important international advertising agencies.camerini mappa 1

 

www.mariocamerini.it

 

Camerini chiama Milano Tips, la food directory

milano-tips-1Milano Tips, la food directory nata dalla creatività dell’illustratore Mario Camerini altro non è che la mappa dettagliata della zona Savona/Tortona/Porta Genova. La mappa 50×70, realizzata a mano a china e acquerello con la tecnica del “bird’s eye view”, è distribuita gratuitamente nei luoghi promossi, 42 in tutto tra ristoranti, pizzerie, gelaterie, bar, pub, birrerie che hanno aderito all’iniziativa.

milano-tips-2Un piccolo capolavoro, divertente, accattivante e insolito che va ad aggiungersi alle circa 100 mappe che Mario ha disegnato negli anni.

“Milano è meta di un turismo crescente, italiano e straniero, è la capitale mondiale della Moda e del Mobile, eventi globali che di volta in volta accompagnano circa mezzo milione di persone regalando numeri da record.

camerini mappa 1Ed è proprio a questa zona a cui ho voluto dedicare la mia prima food directory che, dopo aver indicato dove poter bere, mangiare e divertirsi, può diventare un bel ricordo da incorniciare!”.

mario-camerini-milanoUn omaggio alla zona Tortona al tempo stesso innovativo e di tradizione firmato da un artista come Mario Camerini, regista e produttore di spot pubblicitari, ha collaborato con alcune tra le più importanti agenzie di pubblicità internazionali.

L‘artista è nato a San Paolo del Brasile nel 1953. Trasferitosi con la famiglia in Italia a Milano nel 1962, frequenta il liceo artistico di Brera e poi la scuola di grafica a Lugano. Terminati gli studi negli anni ’70 è il tecnico del suono di Eugenio Finardi e Alberto Camerini, e partecipa attivamente all’underground milanese dei tempi di Re Nudo. Negli anni 80, in piena “Milano da bere” gira gli spot più famosi con i brand dell’epoca, dalle macchine ai surgelati. Poi il cambio di vita negli anni 90: si trasferisce con la famiglia in Grecia, a Rodi, dove ritorna al primo amore, l’illustrazione. Accortosi che non esistevano mappe della vecchia città murata di Rodi, si documenta e ne pubblica una in stile bird’s eye view, che riscuote un tale successo da essere ristampata in cinque successive edizioni.

Camerini ha appena concluso un articolato progetto su Roma, disegnando le mappe di tutti e 22 i Rioni del Municipio I. La particolarità del progetto consiste nel fatto che le mappe, essendo disegnate e stampate tutte con la stessa scala, si possono far combaciare perfettamente ricomponendo la totalità della mappa del centro di Roma in un enorme puzzle.

Teresa e le patate

teresa-e-le-patate-Grazie a Teresa, che certamente per prima le coltivò nel comasco, le patate divennero col tempo un alimento prezioso per i contadini di allora e una risorsa per semplici e gustose ricette culinarie di oggi.
Questi libro tenta allora di essere simile a una passeggiata, assai poco faticosa, possibilmente curiosa, per i luoghi della vita di Teresa , in una Como immaginata e sospesa tra il Settecento e l’oggi, negli acquarelli di Anna Castiglioni.
Un passo dopo l’altro, pagina dopo pagina, il racconto di Licia Badesi, che ha portato alla luce le poche testimonianze scritte della vita di Teresa sepolte nell’Archivio di Stato, ritrae una Teresa molto concreta: nobile ma non ricca, alle prese con le sperimentazioni nelle pratiche agricole e le pertiche di terra da far rendere, le figlie da sposare, un figlio forse ribelle, qualche dissapore famigliare.
Un altro po’ di strada e, grazie a Pietro Berra, scopriamo la stima e l’ amicizia tra donna Teresa e il grande scienziato Alessandro Volta. E poi incontriamo Enzo Pomentale, che ci propone di infilare la viuzza laterale dell’ironia…inseguendo un profumo di cucina e letteratura, mentre Alberto Schieppati ci invita a varcare la soglia poetica di uno “spaesamento del gusto”.
A tutti loro va il mio grazie, perchè mi hanno aiutato a passeggiare nella vita di una donna che ha lasciato un segno – con modestia e determinazione – nella storia alimentare di Como. E poiché amo il cibo e la cucina, non posso che esserle grata.
Quanto a me, ho approfittato di queste pagine per lanciare il mio messaggio antispreco, attraverso alcune ricette virtuose a base di patate, con i suggerimenti di qualche amica, per non buttare mai via quel prezioso frutto della Terra e del lavoro dell’uomo che è il cibo.

titolo Teresa e le patate
sottotitolo Passeggiata in punta di piedi nella vita di Teresa Ciceri
autori Pietro Berra
Licia Badesi
Enzo Pomentale
curatore Monica Molteni
illustratore Anna Castiglioni
editore New Press
formato Libro Libro
genere Territorio
collana Territorio
pagine 48
pubblicazione /1/2017
ISBN/EAN 9788893560283

Lago di Como on the Road

clooney-a-como--9-5Questa guida è dedicata
ai motociclisti che le due ruote
ce le hanno un po’ nel cuore,
ai motociclisti che sono anche
poco o tanto turisti;
ai motociclisti che amano la strada
e le sensazioni che essa può dare;
ai motociclisti che non si accontentano
di salire in sella solo per andare al bar;
ai motociclisti che oltre all’articolazione
del polso sanno usare lo sguardo
per godere di un panorama e l’olfatto
per respirare profumi e sensazioni;
ai motociclisti che non devono
obbligatoriamente guardare l’orologio
perchè è il sole a scandire la loro giornata;
ai motociclisti che preferiscono
due pieghe alle tre corsie di un’autostrada;
ai motociclisti che godono della moto anche
senza limare le pedane ad ogni curva;
ai motociclisti che hanno capito
che le due ruote sono libertà, gioia e vita;
ai motociclisti che hanno capito
che la vita è importante e non va stupidamente
messa a repentaglio;
ai motociclisti che arrivati a casa
non vedono l’ora di ripartire;
a tutti loro: BUON VIAGGIO!

lariontheroad_ITA_web-res_0