Barni Un paese in posa luglio 2014 (6)

Barni. Un paese in posa

Giulia Caminada, Un paese in posaGiulia Caminada, Museo delle cose perdute

Parlare di comunità che senso ha ai nostri giorni? In bilico fra quello che è e quello che sarà per rielaborare il passaggio ed accettarlo.

Fotografare la comunità è fotografare la nostalgia di ciò che è passato, finito. La nostalgia preserva l’identità e aiuta a elaborarne una nuova.

Alias il paese è il nido vuoto che facciamo vivere dentro di noi attraverso la nostalgia. Per questo fotografare un paese è fotografare la nostalgia. Barni. Un paese in posa è’ un’operazione culturale per parlare di identità culturale, per testimoniare un passaggio: quello al mondo globale.

Immagini seriali in bianco e nero. Posa singola o di piccolo gruppo in un angolo della piazza. Il partecipare a questo progetto è una scelta che implica l’appartenenza, il sentirsi parte di un paese, di un nido vuoto, che viene costruito attraverso la macchina fotografica.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*